Sport

SPAL-Udinese 0-3: Di Biagio “vede” la B, Gotti quasi salvo

De Paul, Lasagna e Okaka regalano tre punti fondamentali

SPAL-Udinese termina con una secca vittoria da parte dei ragazzi di Luca Gotti, che si tirano così fuori dalla zona calda della classifica. Decidono le reti di Rodrigo De Paul, Lasagna e Okaka. Notte fonda per la formazione di Luigi Di Biagio

DENTRO O FUORI – SPAL-Udinese era una gara chiave per le ambizioni di salvezza delle due compagini. I ragazzi di Luigi Di Biagio avevano assoluto bisogno dei tre punti per continuare a crederci. I friulani di Luca Gotti hanno sfruttato al massimo l’occasione di chiudere virtualmente i conti con la zona calda. La partita, nelle sue fasi iniziali, è bloccata proprio in virtù della delicatissima posta in palio.

PRIMO TEMPO – Il primo squillo è dell’Udinese con Wallace, al terzo minuto: tiro con poche pretese da distanza notevole. Quattro minuti dopo, Rodrigo De Paul si libera sul lato corto dell’area di rigore e scodella al centro un pallone che Kevin Lasagna, da pochi passi, spara alto di testa. La SPAL risponde al 17’ con un destro di Alessandro Murgia finito largo, dopo un errore in disimpegno dello stesso De Paul. Al minuto 18, sugli sviluppi di un fallo laterale, De Paul trasforma in oro una respinta corta della difesa spallina. Destro di mezzo collo, al volo, dal limite dell’area che non lascia margine di intervento al portiere Karlo Letica. L’Udinese è in totale controllo del match e al 35′ raddoppia.  Contropiede orchestrato da De Paul, che arriva al limite dell’area e scarica un destro deviato da Kevin Bonifazi che finisce sui piedi di Stefano Okaka ben appostato a centro area. Colpo di grazia per la squadra di Di Biagio, che sul finale di primo tempo ha un sussulto d’orgoglio con un tiro di Jacopo Sala; ma Juan Musso è attento. SPAL-Udinese va al riposo con un parziale di 0-2 in favore dei friulani.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo di SPAL-Udinese si apre con un canovaccio simile a quello della prima frazione. Gli spallini muovono palla senza particolare costrutto, i friulani attendono il  momento giusto per colpire con la qualità di De Paul e non solo. Al 76’ ci prova il neo entrato Strefezza con un mancino che sibila alla destra di Musso. Il tris è firmato Lasagna all’81’: contropiede magistrale che l’ex Carpi capitalizza da posizione molto defilata ponendo una grossa pietra tombale sul match. Notte fonda per i ragazzi di Luigi Di Biagio, che si avvicinano alla Serie B. L’Udinese può (quasi) festeggiare la salvezza.

 

Tags

Articoli correlati