Motori

Ferrari non farà appello per la penalità del Gp del Canada: le motivazioni

Colpa del regolamento che impedisce di presentare appello contro le penalità in termini di tempo

La Scuderia Ferrari non farà appello per i 5 secondi di penalità inflitti a Sebastian Vettel nel GP del Canada. Il tedesco era uscito dalla pista tagliando una curva per poi rientrare subito, senza guardare e dare precedenza chi sopraggiungeva – Lewis Hamilton – e costringendolo ad uscire dalla pista.
La Ferrari avrebbe dunque deciso di metterci una pietra sopra perché le chance di essere dalla parte della ragione sono bassissime. Il regolamento della F1, infatti, all’articolo 17 paragrafo 1 comma 2a sancisce che non si possa presentare appello contro le penalità in termini di tempo stabiliti dal collegio dei commissari.
Solo nel caso in cui emergessero nuovi elementi rilevanti, non disponibili al momento della decisione dei commissari, la Ferrari potrebbe portarli in giudizio, secondo l’articolo 14.1.1, entro 14 giorni. Probabilmente, sull’onda dell’evento, la Ferrari potrebbe spingere per una modifica del regolamento.

Tags

Articoli correlati