Sport

Un grande Verona batte anche la Lazio: all’Olimpico finisce 1-2

Il Verona è sesto in classifica in Serie A dopo l'1-2 alla Lazio.

Il Verona si prende anche lo scalpo della Lazio, con un altro risultato di assoluto prestigio. Un autogol di Lazzari su tiro di Dimarco e un omaggio di Radu a Tameze fissano l’1-2 all’Olimpico.

Il Verona ottiene un altro trionfo in questo splendido inizio di stagione. Passa 1-2 all’Olimpico e sale al sesto posto con diciannove punti, in attesa delle partite di domani. Primo problema per la Lazio al 28’, quando Francesco Acerbi alza bandiera bianca per un infortunio. La partita si sblocca nel primo minuto di recupero del primo tempo: cross di Marco Davide Faraoni dal fondo, l’altro esterno Federico Dimarco si coordina per il sinistro e il suo diagonale (diretto fuori) finisce in porta grazie alla decisiva deviazione di Manuel Lazzari. Per la Lega Serie A si tratta di autogol di quest’ultimo. Prima ancora del riposo l’Hellas potrebbe pure raddoppiare, ma Mattia Zaccagni liberato solo davanti a José Manuel Reina non riesce a superarlo. La Lazio evita il doppio svantaggio all’intervallo e pareggia al 56’: Felipe Caicedo, stavolta titolare e non uomo della provvidenza allo scadere, si gira appena dentro l’area e con un gran sinistro infila la porta scaligera. Non basta: al 67’ orrore di Stefan Radu che sbaglia il retropassaggio, Adrien Tameze si infila, salta il portiere e segna a porta vuota. Finale con la Lazio ovviamente protesa in avanti, con diverse occasioni per pareggiare. Faraoni si sostituisce al suo portiere e mura in scivolata Mohamed Fares, un minuto dopo invece ottimo Marco Silvestri su colpo di testa di Sergej Milinkovic-Savic. Al 95’ Silvestri, non in ottime condizioni fisiche, riesce a opporsi in qualche modo su tiro deviato di Andreas Pereira. Ma di tempo non ce n’è più: Lazio-Verona finisce 1-2, gialloblù sesti.

Tags

Articoli correlati