Sport

Coppa Italia, Milan-Juventus 1-1: Rebic, Ronaldo e proteste

La Juventus si salva nel finale, Milan beffato: dovrà giocare il ritorno senza Ibrahimovic e Theo Hernandez

Nell’altra semifinale d’andata di Coppa Italia, la Juventus si salva al 90′ contro il Milan sfruttando la superiorità numerica e si porta in vantaggio in vista del ritorno. I bianconeri pareggiano il gol di Rebic con un rigore segnato da Cristiano Ronaldo. Tante polemiche dei rossoneri, che giocheranno il ritorno senza tre diffidati

VANTAGGIO BIANCONERO VERSO LA FINALEMilan-Juventus, andata delle semifinali di Coppa Italia, termina 1-1 tra le polemiche. I rossoneri fanno la partita sfiorando più volte il vantaggio nel primo tempo, ma il parziale è 0-0. Nella ripresa Ante Rebic, su cross di Samu Castillejo, batte Gianluigi Buffon. Al 70′, però, gli uomini di Stefano Pioli restano in dieci per il doppio giallo a Theo Hernandez. Il terzino francese, tra l’altro, avrebbe saltato il ritorno perché ammonito nel primo tempo e diffidato come Zlatan Ibrahimovic e Castillejo. I bianconeri allora vanno a caccia del gol del pareggio e si procurano un rigore, contestatissimo dal pubblico di San Siro, per fallo di mano di Davide Calabria su una rovesciata di Cristiano Ronaldo. L’arbitro Valeri assegna il rigore dopo consulto al VAR. Il portoghese trasforma dal dischetto e salva Maurizio Sarri. Il Milan si ritrova quindi costretto a vincere all’Allianz Stadium per accedere alla finale di Coppa Italia. Non solo. Dovranno farlo senza Ibrahimovic e Theo Hernandez, tra i migliori di questo inizio 2020 rossonero.

Tags

Articoli correlati