Sport

CHAMPIONS LEAGUE – Roma, a Plzen altra figuraccia! Di Francesco trema

Il tecnico giallorosso sempre più a rischio esonero dopo la sconfitta a Plzen a qualificazione già ottenuta

La Roma di Di Francesco contro il Vitkoria Plzen perde la terza partita su sei nel suo girone di Champions, ma da due settimane era già sicura del secondo posto nel Gruppo G dietro il Real Madrid e della qualificazione agli ottavi. Panchina a rischio

ENNESIMO KO – La crisi della Roma continua anche in Champions League, perde 2-1 e permette al Viktoria Plzen di finire al terzo posto, rendendo inutile la clamorosa vittoria del CSKA Mosca per 0-3 in casa del Real Madrid. Al 62’ su grande lancio di Chory da centrocampo Kopic fugge sulla destra e mette in mezzo basso per Jan Kovarik, che sfrutta la dormita di Santon e lo anticipa firmando l’1-0. Sei minuti e la Roma pareggia, Limbersky buca su lancio e favorisce a destra Santon, che serve il suo primo assist in Champions dando palla centralmente a Cengiz Under per un sinistro dal limite, un colpo da biliardo che sbatte sul palo ed entra. Il ‪Viktoria Plzen però non ci sta e al 72’ torna in vantaggio, cross di Petrzela che trova Kovarik sulla sinistra, ancora dimenticato da Santon, Mirante ci mette una pezza sul mancino dell’esterno, ma non può nulla sul colpo di testa di Tomas Chory. Nel recupero Luca Pellegrini (entrato all’81’) espulso per doppia ammonizione, cechi che chiudono terzi a sette punti, guadagnando il pass “paracaduta” per l’Europa League. Oltre alla figuraccia in campo, c’è da segnalare il danno economico generato dalla sconfitta in campo europeo: la panchina di Eusebio Di Francesco a Roma è sempre più a rischio.

Tags

Articoli correlati