Calcio

Razzismo negli stadi, Figc: al secondo richiamo squadre fuori dal campo

La Figc rivede le regole sulla sospensione delle partite in caso di cori razzisti

Il consiglio federale della Figc ha risposto al problema del razzismo negli stadi cambiando la procedura per la sospensione temporanea delle partite prevista in caso di cori razzisti.
Sono stati ridotti da tre a due i passaggi (squadre al centro del campo e al secondo episodio squadre negli spogliatoi). L’autorità competente per la sospensione delle partite, comunque, sarà sempre il responsabile per l’ordine pubblico.

Tags

Articoli correlati