Calcio

Infantino e il Daspo mondiale contro il razzismo: le sue durissime dichiarazioni

Il presidente della Fifa ribadisce la linea dura contro il razzismo negli stadi

Gianni Infantino durissimo contro il razzismo nel calcio. Il presidente della FIFA, parlando da Dacca, in Bangladesh, ribadisce la linea dura contro qualsiasi episodio razzista negli stadi: «Se ci sono razzisti che abusano dei calciatori, dobbiamo fermare le partite. Non possiamo lasciare che i razzisti vincano. Il calcio deve continuare e dobbiamo punire quella gente».

«Devono essere presi ed espulsi dallo stadio – tuona Infantino -, non devono più essere autorizzati a entrare e devono essere avviati procedimenti penali contro di loro». «Commettere un abuso razzista è un crimine e dovrebbe essere tale in tutti i paesi del mondo».

Infantino ha rilanciato l’ipotesi di un Daspo mondiale, affermando che se un Paese bandisce uno spettatore a causa del razzismo, «la FIFA lo estenderà in tutto il mondo perché i razzisti non hanno posto nel calcio, in uno stadio di calcio o in una qualsiasi parte del mondo».

Tags

Articoli correlati