Altri Sport

Dove si terranno le gare delle Olimpiadi 2026 Milano-Cortina? La mappa

Le gare si svolgeranno attorno a 4 poli: Milano, Cortina, Val di Fiemme e Valtellina

Milano e Cortina d’Ampezzo ospiteranno le Olimpiadi invernali del 2026. Si tratta della terza volta per l’Italia dopo i giochi olimpici di Torino del 2006 e di Cortina del 1956. I giochi olimpici si terranno tra il 6 e il 22 febbraio: queste le date delle Olimpiadi invernali 2026. Le gare si terranno tra Lombardia, Veneto e Trentino-Alto Adige: nel dossier le competizioni vengono divise tra 4 poli: Milano, Cortina, Val di Fiemme e Valtellina.

La cerimonia di apertura si terrà a San Siro: resta ancora da capire se lo stadio Meazza verrà quindi demolito solo a Olimpiadi finite, oppure se nel 2026 sarà già sostituito da un nuovo stadio. La cerimonia di chiusura, infine, si terrà all’Arena di Verona.

Secondo quanto indicato dal comitato, molte competizioni avverranno in luoghi che oggi ospitano le prove di Coppa del Mondo di sci alpino, sci di fondo, salto con gli sci e biathlon. Milano-Cortina 2026 sarà una manifestazione più sostenibile proprio perché sfrutterà le strutture già presenti.

milano cortina olimpiadi 2026 mappa
Crediti

Olimpiadi 2026: quali gare ospiterà Milano?

A Milano verranno sfruttati il Mediolanum Forum di Assago, che subirà una ristrutturazione, per le gare di pattinaggio e short track, il PalaSharp di Lampugnano per le gare di hockey.  Un nuovo palazzetto verrà costruito nel quartiere di Santa Giulia. Il media center avrà sede nell’area espositiva di Rho-Fiera, mentre le premiazioni delle gare svolte in Lombardia si terranno in piazza del Duomo.

Le gare in programma a Bormio, Livigno e Cortina

La pista Stelvio a Bormio sarà sede delle gare di sci alpino maschile. Le aree Mottolino, Sitas-Tagliede e Carosello 3000 a Livigno, ospiteranno gli eventi di snowboard e freestyle. A Cortina si terranno invece le gare di sci alpino femminile, bob, slittino e skeleton. Lo Stadio Olimpico del Ghiaccio costruito per le Olimpiadi del 1956 verrà rinnovato e adibito alle gare curling.

Il biathlon si svolgerà ad Anterselva, nella provincia autonoma di Bolzano. Nella provincia autonoma di Trento, invece, per la precisione a Baselga di Piné, Tesero e Predazzo, verranno organizzate le gare di pattinaggio di velocità, sci di fondo e salto con gli sci. L’attuale Ice Rink verrà dotato di una copertura (ora è all’aperto) e di circa 5.000 posti a sedere per il pubblico.

Milano-Cortina 2026: tre villaggi olimpici

Verranno costruiti 3 villaggi olimpici: il primo a Milano, nella zona attualmente occupata dallo scalo merci in disuso nel quartiere di Porta Romana; il secondo a Cortina d’Ampezzo nella frazione di Fiames; il terzo a Livigno. I villaggi olimpici, una volta terminate le olimpiadi 2026, avranno altre funzioni: quello di Milano accoglierà un campus residenziale per studenti; il villaggio di Livigno diventerà un centro di allenamento avanzato per gli atleti italiani. Il villaggio di Cortina sarà invece solo temporaneo. In tutto i 3 villaggi olimpici avranno quasi 3.500 posti letto

Tags

Articoli correlati