Tecnologia

WhatsApp, contro le fake news arriva la ricerca per immagini

La App di messaggistica sta sviluppando nuovi strumenti per contrastare le bufale

Arriva un nuovo strumento contro la diffusione delle fake news. WhatsApp, la App di messaggistica più diffusa al mondo, in un prossimo futuro permetterà agli utenti di fare ricerche sulle immagini che ricevono, così da poter risalire alla fonte e valutarne l’attendibilità. La novità, di cui ha riferito il sito WABetaInfo, è stata scoperta su una versione beta, cioè non definitiva, dell’applicazione. Nella versione beta sono presenti sia un motore di ricerca interno (che consente di fare ricerche sul web senza uscire da WhatsApp), sia la possibilità di eseguire una ricerca inversa per immagini, e cioè di inserire una foto nella barra di ricerca in cui normalmente si scrivono le parole chiave per trovare ciò che ci interessa. Se l’utente riceve un’immagine, può caricarla su Google e vedere, tra i risultati della ricerca, in quali pagine web è stata pubblicata in passato. WhatsApp già da mesi segnala quando un messaggio che si riceve non è stato scritto da chi lo manda, bensì inoltrato, e ha limitato il numero di persone a cui si può inviare simultaneamente lo stesso messaggio, così da contenere la propagazione delle bufale.

Tags

Articoli correlati