Tecnologia

Procedure più semplici per i droni: approvate le norme attuative del Regolamento unico Ue

Addestramento più snello per i piloti. Semplificazione nella richiesta dei requisiti

Saranno molto più veloci le procedure che interesseranno l’addestramento dei piloti di droni. Più semplici anche i requisiti richiesti al fine di operazioni commerciali e di attività di puro hobby. Gli Stati menbri dell’Easa (Agenzia europea per la sicurezza aerea) ha approvato queste novità che riguardano appunto le norme attuative del regolamento unico europeo. Lo ha annunciato la Commissione Trasporti Ue sul social network Twitter. Le norme vanno così ad avvicinare il regolamento unico europeo per i droni. La pubblicazione delle norme sulla Gazzetta Ufficiale Europea non è lontana: bisognerà attendere il mese di giugno. La loro entrata in vigore è invece prevista a una distanza di 20 giorni dalla pubblicazione. Per avere l’applicabilità a tutti gli Stati membri, invece, bisognerà aspettare un anno dall’entrata in vigore. La normativa viene così notevolmente snellita, in quanto il nuovo regolamento va a sostituire i vari regolamenti nazionali: previsti, in tal caso, standard di sicurezza più elevati. La nuova normativa riguarderà tutti i mezzi aerei a pilotaggio remoto per uso civile; potranno però essere necessari requisiti diversi, anche se il drone è lo stesso, in base al livello di rischio di ciascuna operazione.

Tags

Articoli correlati