Tecnologia

«Alexa registra le voci dei bambini», guai per Amazon negli Usa

Consumatori americani fanno causa ad Amazon

Alcuni consumatori hanno deciso di fare causa ad Amazon perché Alexa ha registrato le voci dei loro bambini. Le due cause avanzate contro il colosso americano fanno leva sul fatto che Alexa registri, senza consenso esplicito, le voci dei più piccoli per creare un riconoscimento vocale che però potrebbe rivelare «molti dettagli della vita del bambino». Tutti i dati registrati da Alexa, secondo gli avvocati, «creerebbero un database immenso di miliardi di registrazioni audio sulla vita privata di milioni di persone». Gli avvocati hanno preso come esempio virtuoso l’assistente vocale di Apple, Siri, che elimina ogni registrazione audio non rilevante per il funzionamento.

Amazon ha ribadito di registrare i dati solo dopo il consenso del proprietario del dispositivo. In ogni caso ha ricordato che i genitori possono eliminare in ogni momento il profilo dei figli e le registrazioni. L’assistente vocale di Amazon è in 100 milioni di dispositivi venduti nel Mondo tra televisioni, casse Echo e cuffie.

Tags

Articoli correlati