Scienza

Malati di tumore spendono 5 miliardi di euro di tasca propria ogni anno

Il Servizio sanitario nazionale non basta

Quasi 5 miliardi di euro l’anno. E’ la spesa sostenuta di tasca propria dai malati di tumore tra visite mediche (1,1 mld), trasporti e soggiorni sul luogo di cura (1,5 mld), farmaci (808 milioni) e interventi di chirurgia ricostruttiva (425 milioni). Emerge dall’11° Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici presentato in Senato dalla Federazione italiana delle associazioni di volontariato in oncologia (Favo) in occasione della Giornata nazionale del malato oncologico.

I malati di cancro in Italia sono circa 3.300.000, di cui quasi 700 mila in trattamento. Per loro, rileva la Favo, il Ssn spende circa il 14% della spesa sanitaria complessiva, una quota pari a circa 16 mld di euro (stimato per il 2018). Ma “nonostante l’innegabile impegno del sistema pubblico – evidenzia il Rapporto – il malato di cancro è chiamato spesso a mettere mano al portafoglio per sopperire ad una serie di esigenze sia di tipo medico che assistenziale, evidentemente non del tutto compensate dall’assistenza pubblica”. (ANSA)

Tags

Articoli correlati