Scienza

L’Europa stanzia 621 milioni per aiutare 408 giovani ricercatori

Diciotto lavorano in istituzioni italiane

Il Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) ha stanziato 621 milioni per aiutare le carriere di 408 giovani ricercatori. Di questi, 18 lavorano in 13 istituzioni italiane. L’ambizioso finanziamento viene dato ai vincitori dell’Erc Starting Grant competition che fa parte del programma di ricerca e innovazione dell’Ue, Horizon 2020. L’obiettivo è consentire ai ricercatori di costruire i propri gruppi per poter condurre le loro ricerche pionieristiche.

Dei ricercatori vincitori del finanziamento in Italia, 4 lavorano all’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), 2 all’Università Federico II di Napoli, 2 all’università Bocconi, e gli altri a Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, nelle università di Ferrara, Padova, Pavia, Trento, Genova, Università Cattolica del Sacro Cuore, Ospedale San Raffaele, Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici.

Le ricerche finanziate saranno condotte in 24 paesi, con Germania, Regno Unito e Paesi Bassi che ospitano il maggior numero di progetti, rispettivamente 73, 64 e 53.

Tags

Articoli correlati