Primo PianoScienza

Einstein, resi noti 100 manoscritti inediti

L'Università di Gerusalemme svela 100 manoscritti di Einstein

In occasione del 140esimo anniversario della nascita di Einstein, sono stati resi noti 110 manoscritti. A farlo è l’Università ebraica di Gerusalemme, istituzione fondata proprio da Einstein, che possiede un numero tale di sue pubblicazioni tale da renderla fra le più estese al mondo.

Una particolarità di questo materiale, è la presenza, non solo di dimostrazioni matematiche ma anche di una lettera inviata a suo figlio Hans Albert datata 1935, nel quale Einstein esprimeva la sua preoccupazione per l’ascesa del partito nazista e per la situazione politica europea.

Ho letto con una certa apprensione che in Svizzera c’è un bel movimento, istigato dai banditi tedeschi ma credo che anche in Germania le cose stiano lentamente cominciando a cambiare. Speriamo soltanto di non avere prima una guerra in Europa. Il resto dell’Europa sta finalmente iniziando a prendere sul serio la cosa, specialmente gli inglesi, se vi fossero arrivati un anno e mezzo fa, sarebbe stato meglio e più facile

 

Tags

Articoli correlati