CronacaScienza

Colombia, bambina nasce con il feto della gemella al suo interno

Il fenomeno prende il nome di "fetus in fetu" e si verifica una volta ogni 500mila nascite. Il dottore ha rimosso il feto con un'operazione chirurgica

Colombia – Incredibile quanto successo in Colombia, dove una bambina è nata con dentro di sé la propria gemella cresciuta nel corso dei nove mesi di gravidanza. Il rarissimo fenomeno, che si verifica una volta ogni 500mila nascite come riportato dal “New York Times”, si chiama “fetus in fetu” e viene diagnosticato come un tipo di tumore la cui massa può essere costituita anche da tessuto osseo, muscoli e capelli.

Nel caso della bambina colombiana il dottor Miguel Parra-Saavedra, specialista nelle gravidanze a rischio, è riuscito a identificare chiaramente il feto nel feto durante la gravidanza e a monitorare costantemente sia la donna che la crescita della bimba. Il 22 febbraio, quando Monica Vega era nella 37esima settimana di gravidanza, la gemellina pesava 3 chili e il dottore ha optato per un parto cesareo. Il rischio che si correva era che il feto interno alla bambina potesse danneggiarle gli organi. Una volta messa al mondo, la bimba è stata operata e il feto al suo interno rimosso. Il feto era lungo cinque centimetri ed era parzialmente formato, anche se cuore e cervello non si erano sviluppati. I medici stanno procedendo all’analisi del Dna, ma il medico non sembra avere dubbi sul fatto che i feti fossero gemelli. La neonata colombiana sta bene.

Tags

Articoli correlati