CronacaPrimo Piano

Palazzo occupato, elemosiniere del Papa riattiva la luce per 400 persone

Il palazzo occupato di Via Santa Croce in Gerusalemme a Roma era senza luce dal 6 maggio, è intervenuto il cardinale elemosiniere del Papa

Il cardinale Konrad Krajewski è l’operante caritativo del Papa per i casi di disagio a Roma, è stato lui a riattaccare i contatori, ieri sera, in un palazzo occupato in Via Santa Croce a Roma. Il cardinale ha detto di essere intervenuto personalmente perché c’erano più di 400 persone senza corrente, tra cui famiglie con bambini, senza né luce né acqua calda dal 6 maggio.

Lo stabile di Via di Santa Croce è stato occupato il 12 ottobre 2013 dal movimento “Action” a scopo abitativo. Sembra che sia stato maturato un debito di oltre 300 mila euro dall’inizio dell’occupazione del palazzo ex sede Inpdap. Secondo quanto appreso dagli occupanti, il Campidoglio non salderà le bollette della luce arretrate dovute dagli occupanti della palazzina, dopo che, nei giorni scorsi, la società di fornitura di energia ha staccato la corrente per morosità.

 

 

 

Tags

Articoli correlati