EsteriPrimo Piano

Nuova Zelanda, strage nelle moschee: 7 feriti dimessi, 11 in terapia intensiva

Identificate due delle 49 vittime dell'attentato

Sono state identificate due delle 49 vittime dell’attentato a due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda. Si tratta di Haji Daoud Nabi, un afghano emigrato nel Paese con i suoi due figli nel 1977, e Khaled Mustafa, un rifugiato siriano che invece era arrivato con la famiglia solo qualche mese fa. Il nome di Haji è stato rivelato ai media da uno dei figli, Yama Nabi, che avrebbe dovuto partecipare alla preghiera del Venerdì con il padre ma è arrivato dieci minuti dopo di lui e ha trovato la moschea sotto attacco.

Intanto le autorità sanitarie di Christchurch hanno fatto sapere che sette feriti sono stati dimessi dall’ospedale, altri 39 stanno ricevendo le cure necessarie per ferite da arme da fuoco e 11 sono ancora in terapia intensiva. (ANSA)

Nuova Zelanda, strage in due moschee: 49 morti. Killer è australiano 28enne. Sulle armi il nome di Luca Traini

 

Tags

Articoli correlati