ClimaPrimo Piano

Fridays For Future, milioni di persone in marcia per il clima in tutto il Mondo. FOTOGALLERY

Più di 2000 manifestazioni in 120 Stati del Mondo

Fridays For Future, la marcia globale per il cambiamento climatico ideata dalla giovane attivista svedese Greta Thunberg, recentemente candidata al Premio Nobel per la Pace, ha riunito in piazza oggi milioni di persone in tutto il Mondo. Tantissimi i cortei in Italia, a partire dalle grandi città come Milano, Bologna, Torino, Firenze, Napoli, Palermo e Bari, ma anche all’estero. Sono più di 2000 le manifestazioni che hanno coinvolto 120 Stati del Mondo.

In migliaia in marcia a Londra. Nel Regno Unito sono almeno 100 le manifestazioni per Fridays For Future. Circa 10 mila giovani hanno manifestato oggi nelle vie del centro di Londra partecipando allo sciopero scolastico globale per il clima. Il corteo ha sfilato lungo Whitehall e il Mall per poi sostare davanti al Parlamento di Westminster. Tanti i cori e i cartelli esposti dagli studenti britannici, fra cui uno che affermava: “Quando noi saremo in carica allora sarà troppo tardi per agire”.
Il ministro dell’Ambiente, Michael Gove, in un messaggio video ha dato il suo sostegno alla protesta su scala globale affermando che “una mobilitazione di questo tipo può fare una grande differenza” e sottolineando che “insieme possiamo sconfiggere il cambiamento climatico”

Cortei a Parigi. Seppur con un po’ di ritardo rispetto ai compagni di altri Paesi europei anche gli studenti della Francia cominciano a mobilitarsi per il clima. Non solo la giornata di oggi ma tutto il fine settimana sarà scandito da una mobilitazione generale per la protesta contro il riscaldamento globale e l’insufficiente azione dei governi per l’ambiente. A Parigi, i giovani in sciopero prevedono operazioni di disobbedienza civile al mattino, prima di sfilare in corteo tra Place du Panthéon e l’Espalanade des Invalides nel pomeriggio. Manifestazioni previste anche a Lille, Lione, Marsiglia. Un pic-nic con annesso dibattito sul tema dei trasporti è stato programmato a Sophia-Antipolis, nel sud del Paese. Prevista, tra l’altro, anche una catena umana intorno ad un liceo di Angers e un raduno in Place Stanislas a Nancy, da molti considerata come la piazza più bella della République.

Migliaia di bambini in piazza in India. Partecipazione entusiasta degli studenti indiani allo sciopero globale per il clima, questa mattina, in tutto il paese. La giovane India ecologista si è ritrovata in piazza in decine di città. Tra le manifestazioni più partecipate, quella di Delhi, in Connaught Place, con migliaia di studenti, i più piccoli accompagnati dagli insegnanti, che mostravano i cartelli disegnati da loro stessi nei giorni scorsi a pastello: clessidre, barchette con i piedi, costrette a camminare perché non c’è più acqua, e la scritta “siamo sulla stessa barca”. Appena due manifestanti a Mangaldai, una cittadina nel nordest del paese, nello stato dell’Assam: Darrang Boyz ha twittato la foto che lo ritrae col cugino invitando a raggiungerli: “siamo in pochi, ma meglio due che nessuno”. Vivacissimo il sit-in di Hyderabad: i ragazzi hanno lanciato lo slogan “Students make it simple: choose between green or greed” (gli studenti hanno idee chiare: bisogna scegliere tra sostenibilità o avidità)

 

Tags

Articoli correlati