CronacaPrimo Piano

Cina avverte i manifestanti di Hong Kong: «non scherzate con il fuoco»

Il governo potrebbe chiedere aiuto all'esercito cinese per placare le proteste

La Cina ha messo oggi in guardia i manifestanti di Hong Kong dallo «scherzare con il fuoco» e l’intervento dell’Esercito Popolare di Liberazione cinese, sembra diventare sempre più una possibilità.
Un portavoce dell’ufficio del governo centrale cinese nell’ex colonia britannica, citato dalla Bbc, ha invitato gli attivisti a «non sottovalutare la ferma determinazione del governo centrale» di Pechino, e ha aggiunto che forze anti-cinesi sono «i registi dietro le quinte» delle violenze avvenute in città.

Qualche giorno fa le forze armate cinesi hanno diffuso sul sito ufficiale della guarnigione di Hong Kong il video di una esercitazione anti-sommossa: nel video le truppe sparano, lanciano razzi scortati da carri armati ed elicotteri. Nel video un soldato urla «Tutte le conseguenze sono a tuo rischio e pericolo» e compare una bandiera con la scritta «Smetti di protestare o usiamo la forza». Si tratta di una sorta di “segnale” che il governo cinese ha voluto dare ai manifestanti.

Al momento non sono arrivate indicazioni circa un dispiegamento di forze cinesi ad Hong Kong, ma questa eventualità sembra sempre più probabile. Il governo di Hong Kong per legge può richiedere aiuto all’Esercito Popolare di Liberazione che ha la facoltà di inviare circa 6 mila soldati se la situazione lo richiedesse. Si tratta di una azione estrema che avrebbe pesanti ricadute sul piano economico e politico internazionale.

Tags

Articoli correlati