EsteriPrimo Piano

Battisti: il Brasile ha ordinato l’arresto, ma non si trova

L'ex terrorista, condannato all'ergastolo per 4 omicidi, vive in Brasile dal 2009

Dopo che il presidente del Brasile Jair Bolsonaro si era espresso a favore dell’estradizione di Cesare Battisti, il magistrato del Supremo Tribunale Federale Luis Fux ne ha ordinato l’arresto.
L’ex terrorista, condannato all’ergastolo per 4 omicidi, vive in Brasile dal 2009 e adesso ha fatto perdere le sue tracce. Secondo le dichiarazioni dei suoi vicini di casa a Cananeia, comune nello stato di San Paolo, non sarebbe stato visto nella zona da novembre.
L’avvocato di Battisti ha detto oggi all’ANSA che non sa dove si trovi il suo cliente: sarebbe impegnato nel tentativo di contattarlo da ieri, senza alcun successo.

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha commentato positivamente la volontà del Brasile di estradare l’ex terrorista: “Sono state accolte le nostre richieste di rigettare il suo reclamo. È ciò per cui il ministero della Giustizia sta lavorando da tempo”. Tuttavia, specifica, “saremo soddisfatti solo quando Battisti sarà estradato in Italia”.

Tags

Articoli correlati