CronacaItalia

Vaccine Day, Vax Day, V Day: perché i politici italiani e i media italiani non parlano in italiano?

C'è un motivo per spiegare perché parlino in inglese agli italiani?

Abbiamo iniziato con il Lockdown invece che Quarantena o Confinamento. Adesso continuiamo con Vaccine Day o Vax Day o V Day. Perché i politici e i media italiani non utilizzano termini italiani? Perché pensano che Giornata del Vaccino non sia abbastanza valido come termine per definire la storica giornata di oggi?

Quale fattore psicologico li fa sentire inferiori al mondo anglosassone e gli fa pensare che un termine inglese li renda più credibili? Sono davvero convinti che gli anziani di tutti Italia comprendano meglio i termini in inglese piuttosto che in italiano?

Ogni volta che il Primo Ministro Giuseppe Conte pronuncia “lockdown” non fa un favore all’italiano. Ogni volta che il Ministro Luigi Di Maio afferma che oggi è il “Vaccine Day” non dimostra amore per la nostra bellissima lingua. Ogni volta che un membro del Governo o della Pubblica Amministrazione dichiara qualcosa utilizzando una parola anglofona non si dimostra un perfetto rappresentante del nostro Paese. È così difficile da capire?

Io non ho la risposta a queste domande però ho delle domande da rivolgere a tutti i politici e ai principali media: perché non parlate in italiano? Cosa vi fa vergognare della vostra madre lingua? Dovreste parlare in inglese quando vi recate all’estero, quando tenete discorsi a Bruxelles, quando parlate nelle conferenze stampa a Strasburgo. Quando siete in Italia e parlate agli italiani dovreste parlare in italiano, utilizzando solo termini italiani.

Pensate che molti bambini non utilizzeranno mai le parole quarantena o confinamento perché gli avete insegnato la parola lockdown. Credete davvero che l’inglese si possa imparare con qualche parola buttata a caso qua e la durante i vostri discorsi o i vostri servizi?

Fatevi una chiacchierata con l’Accademia della Crusca e chiedete il loro punto di vista e la loro opinione.

 

Articoli correlati