ItaliaPoliticaPrimo Piano

Tav, è crisi di governo. Incontro Conte-Salvini: le richieste del ministro

Il leader della Lega, dal palco del comizio tenuto a Sabaudia, fa dichiarazioni forti

Tav, le mozioni votate al Senato sulla linea Torino-Lione mettono ancora in crisi il governo. Al termine delle operazioni, è andato in scena a Palazzo Chigi un colloquio tra il premier Giuseppe Conte e il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, che secondo le indiscrezioni rivelate dall’ANSA avrebbe visto il leader leghista porre le sue condizioni per andare avanti con il Movimento 5 Stelle: una rivoluzione nel governo fatta di nomi nuovi e un “contratto” corretto in base alle esigenze della Lega. In caso contrario, meglio chiuderla qui e andare nuovamente alle elezioni.

Salvini poi dal palco di Sabaudia ammette: “Non mi uscirà mai una parola negativa su Di Maio o Conte, ma qualcosa si è rotto negli ultimi mesi“. “L’ultima delle cose che ci interessano è avere qualche ministero in più, qualche poltrona in più – afferma il ministro -. Anzi, le sette poltrone della Lega sono a disposizione degli italiani. O si possono fare le cose oppure si torna a votare”.

Tags

Articoli correlati