Italia

Spese pazze, attesa la sentenza per il viceministro Rixi

Tra i rimborsi per spese istituzionali cene, viaggi, gite al luna park, gratta e vinci, ostriche, fiori

Arriverà molto probabilmente giovedì la sentenza sulle cosiddette spese pazze in regione Liguria che vede imputati per peculato e falso il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi insieme ad altre 21 persone. La richiesta da parte del procuratore aggiunto Francesco Pinto è di una condanna a tre anni e quattro mesi.
Secondo l’accusa i consiglieri regionali imputati nel processo tra il 2010 e il 2012 si sarebbero fatti rimborsare con soldi pubblici, spacciandole per spese istituzionali, cene, viaggi, gite al luna park, gratta e vinci, ostriche, fiori e spese per oggetti vari. Le pezze giustificative molto spesso si riferivano a periodi festivi come Natale, Capodanno, Pasqua e Pasquetta, 25 aprile e primo Maggio, tutte giornata piuttosto sospette per svolgere attività istituzionali. Le spese pazze ammonterebbero a diverse centinaia di migliaia di euro.

Tags

Articoli correlati