CronacaItalia

Si avvicina il giorno dei vaccini, scatta l’operazione Eos

Domani in tutta Europa i primi vaccini

Oggi scatta la cosiddetta‘Operazione Eos’, nel piano predisposto dal Comando interforze della Difesa, su richiesta del commissario straordinario Arcuri.
In una prima fase, i mezzi e gli aeromobili militari contribuiranno a distribuire le prime 9.750 dosi recapitandole a destinazione. L’Arma dei carabinieri fornirà il servizio di scorta ai movimenti via terra. Le dosi, partiranno dall’ospedale Spallanzani di Roma, saranno poi distribuite in tutte le 20 Regioni per consentire all’intero Paese di partecipare, domani, al Giorno del Vaccino, ‘Vaccine day’ europeo.

Mezzi e aeroplani militari distribuiranno le prime dosi in tutta la Penisola. In una fase successiva le dosi di Pfizer saranno consegnate direttamente ai 300 siti di somministrazione individuati dalle Regioni. Non appena saranno disponibili i vaccini di delle altre case farmaceutiche (AstraZeneca, Moderna e altre), le Forze Armate, in base alle indicazioni fornite dal Commissario straordinario, saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.

Dall’istituto Spallanzani, una parte dei vaccini sarà trasportata a Pratica di Mare dove 5 aerei (due C27J dell’Aeronautica, due Dornier Do. 228 dell’Esercito e un P-180 della Marina) raggiungeranno le mete più lontane. I restanti vaccini raggiungeranno le destinazioni via terra con un impegno complessivo di 60 autoveicoli e circa 250 militari.

Le successive dosi di Pfizer, così come previsto dal Piano vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni. Nella seconda fase, non appena disponibili i vaccini di tipo ‘cold’ delle altre case farmaceutiche (AstraZeneca, Moderna, etc), le Forze armate in base alle indicazioni fornite dal commissario straordinario saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.

L’hub principale, per lo stoccaggio delle dosi, sarà presso l’aeroporto di Pratica di Mare da dove partiranno per raggiungere i 21 ‘Sub Hub’, strutture militari dislocate in tutte le Regioni che garantiscono le necessarie misure di sicurezza. Da qui partiranno per essere consegnati ai siti di somministrazione. (Agi)

Articoli correlati