CronacaItalia

Rigopiano, portò fiori violando i sigilli: a processo il padre di una vittima

Alessio Feniello si rifiutò di pagare una multa di 4.550 euro. Ora il giudizio immediato

Alessio Feniello è il padre di una delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano. Verrà processato per aver portato i fiori nel luogo dove morì suo figlio, il 18 gennaio del 2017, travolto dalla valanga che distrusse l’albergo a Farindola (Pescara). Feniello il 21 maggio scorso decise di portare dei fiori in memoria del figlio ma violò i sigilli giudiziari messi dalla magistratura per delimitare l’area. Per questo motivo fu condannato, nei mesi scorsi, a pagare una multa di 4.550 euro. Il padre della vittima si rifiutò di pagare ed ora è scattato il decreto di “giudizio immediato” firmato dal gip del tribunale di Pescara Elio Bongrazio. L’uomo, insomma, verrà processato e, purtroppo, sarà il primo ad essere condannato nella vicenda di Rigopiano.

Tags

Articoli correlati