Politica

Zelensky, a Mariupol 2.000 bambini portati via da russi

ROMA, 28 MAR – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha definito l’assedio russo a Mariupol una “catastrofe umanitaria”, affermando che le forze russe hanno portato via dalla città oltre 2.000 bambini. Lo riporta la Cnn, citando l’intervista del presidente con giornalisti indipendenti russi. “Secondo le nostre informazioni, sono stati portati via più di duemila bambini, il che significa che sono stati rapiti”, ha detto Zelensky. “La loro posizione esatta è sconosciuta. Possono essere lì con o senza genitori. E’ spaventoso. Li tengono come merce di scambio”, ha aggiunto. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati