PoliticaPrimo Piano

Tria replica agli attacchi: “spazzatura contro di me”

Non si arresta la polemica sul presunto favoritismo alla collaboratrice Claudia Bugno

Resta alta la tensione nel governo per il caso Tria. “Spazzatura contro di me, ma l’intimidazione non passa. Come reagirebbero i mercati se andassi via dal governo?”. Lo dice, in un colloquio con il Corriere della sera, il ministro dell’Economia Giovanni Tria, dopo gli attacchi del M5s. Sulle accuse di favoritismo alla sua collaboratrice Claudia Bugno il ministro dice di aver “subito un attacco spazzatura sul piano personale. Le cose possono apparire molto diverse a seconda di come si presentano”, e lamenta “violazioni della privacy. Mi chiedo – osserva – chi è che passa ai giornalisti queste cose”. Tria respinge comunque qualunque ipotesi di dimissioni: “Sciocchezze. Se andassi via dovremmo vedere quale sarebbe la reazione dei mercati”.
Claudia Bugno, in seguito alle accuse, ha deciso di rinunciare ad entrare nel board di Stmicroelectronics per cui era stata nominata nei giorni scorsi ma resta consigliera al Tesoro.

Sul caso è intervenuto anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Il nostro obiettivo politico molto forte è procedere con i risarcimenti” ai risparmiatori nel modo più rapido possibile e ho sollecitato il ministro Tria a procedere in questa direzione, c’è ancora qualche passaggio tecnico da fare”. Lo afferma conversando con i cronisti in albergo a Doha il premier Giuseppe Conte. Il decreto che dovrebbe sbloccare i risarcimenti per i truffati delle banche fallite è fermo da più di un mese sul tavolo del ministro Tria.

Tags

Articoli correlati