PoliticaPrimo Piano

Salvini: “conosco Siri, piena fiducia”

Siri: "respingo categoricamente le accuse"

“L’ho sentito oggi, l’ha letto dai giornali, è assurdo. Lo conosco, lo stimo, non ho dubbio alcuno, peraltro stiamo parlando di qualcosa che non è finito neanche nel Def”. Così il vicepremier Matteo Salvini scendendo la scaletta dell’aereo che lo ha portato in Calabria per il Consiglio dei ministri, commenta con i cronisti la notizia delle indagini per corruzione nei confronti del sottosegretario leghista Armando Siri. A chi gli chiede se ha piena fiducia in Siri Salvini risponde: “Assolutamente sì”. “Dopo lo sciacalaggio in Umbria, vada a fare un comizio anche sotto l’ufficio di Siri – dice Anna Ascani, vicepresidente Pd -. O farà il giustizialista a corrente alternata, come i suoi amici M5s?”.

“Respingo categoricamente le accuse che mi vengono rivolte. Non ho mai piegato il mio ruolo istituzionale a richieste non corrette”. Lo afferma in una nota il sottosegretario Armando Siri. “Chiederò di essere ascoltato immediatamente dai magistrati e se qualcuno mi ha accusato di queste condotte ignobili non esiterò a denunziarlo”, aggiunge.

Lega, Siri indagato per corruzione. “Non posso che ridere, non ne so nulla”

Tags

Articoli correlati