PoliticaPrimo Piano

Salvini porta una bambina di Bibbiano sul palco di Pontida, scoppia la polemica: le reazioni

Salvini sul palco con una bambina di Bibbiano: una strumentalizzazione che a molti non va giù

Matteo Salvini ha chiuso il suo intervento sul palco di Pontida affiancato da un gruppo di bambini tra cui ha indicato e preso in braccio la piccola Greta, bambina di Bibbiano. «Dopo un anno è stata restituita alla famiglia», ha detto il leader leghista.

Una mossa che a Pontida ha raccolto il favore dei sostenitori di Salvini, ma che nelle ore scorse ha acceso molte polemiche: a suscitare l’indignazione di molti la strumentalizzazione della piccola Greta, la bambina di Bibbiano.
«Lui non era quello che “i bambini vanno tenuti fuori dalla politica”?», osserva su Facebook Selvaggia Lucarelli: «vale solo per i suoi sulle moto d’acqua, evidentemente». «Un mese fa piagnucolava per gli articoli su suo figlio e la moto d’acqua», ha scritto Lucarelli, «a Pontida oggi usa una bambina a scopi politici esibendola davanti alle folle come uno dei suoi tanti gadget, dal rosario alla giacca da poliziotto».

Tra le dure prese di posizione contro la strumentalizzazione della bambina di Bibbiano da parte di Salvini spicca anche quella di Carlo Calenda. «Che gente siete voi della Lega per usare bambini su un palco? Ma i cosiddetti moderati della Lega», dice l’europarlamentare rivolgendosi a Massimo Garavaglia, Luca Zaia e Giancarlo Giorgetti, «non hanno nulla da dire su questo sconcio e sugli insulti a Gad Lerner. Tutti a testa china davanti a questo schifo? Siete senza onore».

 

Tags

Articoli correlati