PoliticaPrimo Piano

Revenge porn, l’appello del premier Conte: “Norme che vanno votate subito”

"Una battaglia di civiltà deve trovarci tutti uniti"

Dopo le polemiche e la bagarre scatenatasi in aula per la bocciatura dell’emendamento sul revenge porn, che trasformerebbe in reato la diffusione non autorizzata di materiale intimo altrui, arriva la presa di posizione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il premier, con un post su Facebook, annuncia che “la settimana prossima il Parlamento sarà chiamato a votare le norme sul “revenge porn”, vale a dire sulla diffusione di video e immagini attinenti alla sfera di intimità sessuale di una persona senza il suo consenso. Sono condotte indegne che offendono la dignità della persona, il più delle volte donna, e violano le più elementari regole di convivenza civile“.

Conte fa poi un appello rivolto a tutte le forze politiche: “Sarebbe importante che queste norme fossero votate subito, da tutti i parlamentari, donne e uomini, di tutte le forze politiche, maggioranza e opposizione. Una battaglia di civiltà deve trovarci tutti uniti… contro gli incivili“.

La settimana prossima il Parlamento sarà chiamato a votare le norme sul “revenge porn”, vale a dire sulla diffusione di…

Pubblicato da Giuseppe Conte su Venerdì 29 marzo 2019

Tags

Articoli correlati