Politica

Provenzano, da Giorgetti serve chiarezza su piano siderurgia

TERNI, 18 NOV – “Sul piano nazionale sulla siderurgia chiediamo un atto di chiarezza al ministro Giorgetti. Se c’è lo tiri fuori da questo cassetto, se è solo una bozza discutiamone con i produttori, il sindacato e le comunità locali. Se non c’è questo piano, vogliamo contribuire a scriverlo”: a dirlo è stato il vicesegretario nazionale del Pd, Giuseppe Provenzano, concludendo oggi a Terni i lavori dell’Agorà democratica “Strategie per la siderurgia italiana”, organizzata dal Partito democratico. Oltre ad un tavolo sulla siderurgia, in cui convocare “anche il sindacato”, Provenzano ha chiesto che “si riorganizzi anche il lavoro del Mise”. “O riorganizziamo dei tavoli di filiera e settore – ha sottolineato – o mai come in questo momento rischiamo di perdere le sfide. In questi tavoli devono inoltre essere coinvolti anche il ministero del Lavoro, e poi quello della Transizione ecologica e quello della Mobilità sostenibile, che devono essere protagonisti nell’accompagnare questi processi delle nuove politiche industriali e mettere in campo tutti gli strumenti”. Pnrr, evoluzione del mercato, costi energetici, ambientali e di riqualificazione del territorio e riduzione delle emissioni di carbonio sono, sempre a detta del vicesegretario Pd, “gli ingredienti che non possono mancare in questo tavolo”. Sul tema della vendita di Acciai Speciali Terni, Provenzano ha evidenziato di aver salutato “con grandissimo favore la scelta di Arvedi”. “Speriamo – ha aggiunto – che porti presto un piano industriale di cui possiamo discutere. Noi vigileremo sul tema dell’integrità del gruppo, della tutela occupazionale, degli investimenti. Vogliamo farlo – ha concluso – perché qui non si sta giocando una battaglia in difesa, ma un’opportunità per l’intero Paese”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati