Politica

Papa Francesco: razzismo e xenofobia sono vergogne

Il clima di sfiducia in cui viviamo "si radica nella paura dell'altro o dell'estraneo"

Nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace 2019 il Papa ha descritto i “vizi” della politica. Sono, per Papa Francesco, la corruzione, in forma di appropriazione indebita dei beni pubblici o di strumentalizzazione delle persone, “la negazione del diritto, il non rispetto delle regole comunitarie, l’arricchimento illegale, la giustificazione del potere mediante la forza o col pretesto arbitrario della ragion di Stato, la tendenza a perpetuarsi nel potere, la xenofobia e il razzismo, il rifiuto di prendersi cura della Terra, lo sfruttamento illimitato delle risorse naturali”, il “disprezzo” dei “costretti all’esilio”.
Il clima di sfiducia in cui viviamo “si radica nella paura dell’altro o dell’estraneo, nell’ansia di perdere i propri vantaggi, e si manifesta purtroppo anche a livello politico, attraverso atteggiamenti di chiusura o nazionalismi che mettono in discussione quella fraternità di cui il nostro mondo globalizzato ha tanto bisogno”.

Tags

Articoli correlati