PoliticaPrimo Piano

Migranti, il Trentino taglia le risorse per l’accoglienza

Da qui al 2020 si prevedono 140 esuberi dalle cooperative sociali

Il Trentino ha deciso di tagliare le risorse destinate all’accoglienza dei migranti. Questo è quanto deciso dalla giunta provinciale. “Da qui al 2020 si prevedono 140 esuberi tra il personale delle cooperative sociali che si occupano di accoglienza”. A riferirlo è la Cgil del Trentino, in una nota. I corsi di italiano ai profughi sono già stati sospesi dal 1° gennaio e lo stesso accadrà per le attività di orientamento al lavoro e per il sostegno psicologico dal mese di febbraio.

“E’ una decisione che non condividiamo – ha ribadito il segretario della Fp del Trentino Luigi Diaspro – perché avrà l’effetto di disperdere importanti professionalità e competenze che in questi anni hanno ben lavorato per la nostra comunità e l’integrazione sociale. Tagliare le risorse per l’accoglienza e disinvestire nell’integrazione avrà peraltro l’effetto opposto da quello auspicato dal legislatore, non una maggiore sicurezza ma un aumento dell’insicurezza sociale”

Tags

Articoli correlati