Politica

Manovra, si cambia: il deficit passa al 2,04%

Dopo l'incontro Conte-Juncker a Bruxelles il governo annuncia che comunque reddito e quota 100 resteranno

Dopo il confronto e la negoziazione con l’Ue cambia il saldo della manovra economica italiana e passa dal 2,4% al 2,04%. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte dopo il vertice a Bruxelles con il presidente della commissione Europea Jean Claude Juncker.
“Confidiamo di portare a casa una soluzione positiva”, ha aggiunto assicurando che comunque “reddito di cittadinanza e quota 100 partiranno nei tempi previsti”.

Nella conferenza stampa, Conte ha aggiunto di essere al lavoro “per evitare la procedura del debito. Il clima con l’Ue è molto proficuo, c’è un dialogo sereno e costruttivo e mi aspetto un esito positivo. La Commissione ha giudicato già in questa prima valutazione la nostra proposta significativa e importante”.

Nella tarda serata di ieri a Palazzo Chigi si è svolto un vertice a tre con il premier Conte e i due vicepremier Di Maio e Salvini. Gli emendamenti del governo alla Manovra, ha spiegato Conte ai giornalisti, arriveranno “nei prossimi giorni” e “confidiamo” di approvare in via definitiva il testo in Parlamento “prima di Natale”.

Tags

Articoli correlati