PoliticaPrimo Piano

Manovra, Conte guadagna tempo. “Decimali non solo il problema”

Nessuno slittamento per quota 100

Il governo non vuole cambiare i fondamenti della manovra ma apre spiraglio per i decimali: se dagli studi e dagli approfondimenti emergesse la possibilità di ritoccare qualche decimale non sarà un problema. L’importante è confermare le riforme su pensione, lavoro e aiuti alle imprese. Questo fanno sapere fonti della Lega.
Il 2,4% del rapporto deficit/Pil scritto nell Manovra è intoccabile? Il vicepremier Matteo Salvini, intervistato dall’agenzia Adnkronos, ritene che “nessuno sia attaccato a quello, se c’è una Manovra che fa crescere il Paese può essere il 2,2% o il 2,6%. Non è un problema di decimali, ma di serietà e concretezza”. Salvini ha però escluso che, per ridurre il deficit, slitti l’entrata in vigore di quota 100, che permette il superamento della Fornero.

“Il problema non è 2,2 o 2,4%, ma la tenuta del patto economico generale: stiamo aspettando gli approfondimenti da parte della Ragioneria e del Mef e dopo faremo le nostre valutazioni”, afferma Giuseppe Conte conversando con l’ANSA fuori da Palazzo Chigi.

C’è stato modo di scambiare opinioni con Merkel, Macron e altri, il clima si conferma buono, c’è fiducia reciproca, confidiamo di poter completare il percorso con reciproca soddisfazione”, ha detto il premier Giuseppe Conte al termine del vertice europeo sulla Brexit. Conte ha inoltre sottolineato che con Juncker “c’è stato un clima molto sereno, di confronto, c’è un dialogo aperto”. “Non abbiamo parlato di saldi finali”, ha replicato il premier a chi gli chiedeva se si fosse discusso di numeri della manovra ma piuttosto delle “nostre riforme e del nostro piano, stiamo rivoluzionando il Paese”.

 

Tags

Articoli correlati