PoliticaPrimo Piano

Libia, Conte: “C’è serio rischio di crisi umanitaria, Italia saprà affrontarla”

Il premier assicura che "l'Italia lavora per la pacificazione dell'intero territorio"

In Libia continuano le azioni militari a Tripoli e dintorni, propiziate dalle truppe del generale Haftar. Il premier Giuseppe Conte, intervenuto ai microfoni dei media a Bari, assicura che “l’Italia vuole avere un ruolo in Libia come lo ha sempre avuto. Che è quello di un Paese facilitatore per il processo di stabilizzazione e pacificazione dell’intero territorio. È la ragione per cui, pur dialogando con tutti, ovviamente sosteniamo quella che è l’azione dell’Onu“.

Conte, rispondendo alla domanda se i porti italiani saranno aperti a chi scapperà dalla Libia, afferma che “se ci sarà una crisi umanitaria l’Italia saprà affrontarla” perché “c’è serio rischio, concreto rischio, di una crisi umanitaria che vogliamo scongiurare“. Ha detto ancora Conte che “quando ragioniamo di Libia non pensiamo solo alla immigrazione, noi pensiamo anche a pacificare un Paese che è centrale per tutti gli equilibri: del Nord Africa, mediorientali e del Mediterraneo intero, e quindi dell’Unione europea“.

Tags

Articoli correlati