PoliticaPrimo Piano

La Camera approva il ddl “taglia parlamentari”

Ora è attesa la seconda lettura prevista dalla Costituzione

Il ddl “taglia parlamentari” ha trovato in prima lettura l’approvazione della Camera. La proposta di legge costituzionale che taglia il numero di senatori e deputati è stata approvata con 310 sì (M5s, Lega, Fi e Fdi) e 107 no (Pd, Leu, +Europa, Civica Popolare). Cinque gli astenuti 5 (NcI). Visto che l’Aula di Montecitorio ha confermato il testo licenziato dal Senato, si tratta della prima delle due letture conformi previste dalla Costituzione per le modifiche della Carta. La seconda può solo approvare o bocciare il testo senza possibilità di modifiche.

La riforma prevede il taglio del numero dei deputati (da 630 a 400) e dei senatori (da 315 a 200). Se approvato anche in seconda lettura verrà tagliato anche al numero minimo di senatori che sono eletti in ogni regione (da sette a tre). Numero che resta uguale in Molise (2) e Valle d’Aosta (1). Il ddl fissa a 5 il numero massimo di senatori a vita di nomina presidenziale che possono essere in carica.

Tags

Articoli correlati