Politica

Jebreal contro Meloni. La replica, spiegherà al giudice

ROMA, 30 SET – E’ polemica per un tweet di Rula Jebreal, giornalista italo-israeliana di origine palestinese, che ha tirato in ballo la notizia di una condanna del padre (defunto) della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni per spaccio di droga in Spagna. Le sue parole hanno provocato una serie di reazioni indignate da parte di esponenti di Fratelli d’Italia e non solo. “Rula questa è una bassezza”, commenta il leader di Azione Carlo Calenda. “E’ fango su Giorgia Meloni – interviene il leader di M5s Giuseppe Conte -. Io ,Meloni e Fratelli d’Italia, con il M5S li combatto in tutte le sedi, ma sul piano politico”. “Chi fa battaglia politica attaccando non l’avversario, ma mamma, papà, figli…è un piccolo uomo. O una piccola donna”, twitta Matteo Salvini In un tweet la giornalista, pur riconoscendo Meloni non colpevole dei reati commessi dal padre (che già all’epoca dei fatti aveva lasciato la famiglia) la accusa di sfruttare quelli commessi da stranieri per colpevolizzare gli immigrati. “Signora Jebreal spero che potrà spiegare al giudice quando e dove avrei fatto la dichiarazione che lei mi attribuisce”, ha scritto su Fb la stessa Meloni. A cui risponde la giornalista: “La nuova premier italiana Meloni minaccia di farmi causa per il mio tweet sul complotto della ‘grande sostituzione’. Tutti gli autocrati usano queste minacce per intimidire e mettere a tacere coloro che li chiamano in causa e li smascherano. Signora Meloni: non sono intimidita!”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati