PoliticaPrimo Piano

Foibe, protestano Croazia e Slovenia: la replica di Tajani

Le parole pronunciate da Tajani nel Giorno del Ricordo hanno suscitato non poche polemiche

Croazia e Slovenia hanno protestato per le parole che il presidente dell’Europarlamento Tajani ha pronunciato durante la visita a Basovizza per la Giornata del Ricordo delle Foibe, esaltando “l’Istria e la Dalmazia Italiane”. Il ministro croato ha condannato le parole di Tajani e il premier sloveno ha parlato di un “revisionismo storico senza precedenti” protestando con il presidente Mattarella.
Antonio Tajani ha quindi replicato alle accuse: “Nel corso del mio intervento di ieri – ha detto – ho voluto sottolineare il percorso di pace e di riconciliazione tra i popoli italiani, croati e sloveni e il loro contributo al progetto europeo. Il mio riferimento all’Istria e alla Dalmazia italiana non era in alcun modo una rivendicazione territoriale. Mi riferivo agli esuli istriani e dalmati di lingua italiana, ai loro figli e nipoti, molti dei quali presenti alla cerimonia”.

Tags

Articoli correlati