PoliticaPrimo Piano

Fmi boccia Reddito di Cittadinanza e Quota 100

Benefit troppo alti soprattutto al Sud. Per la Fmi il reddito è un disincentivo al lavoro

Il reddito di cittadinanza è un passo nella giusta direzione ma prevede benefit “molto alti”, soprattutto “al Sud dove il costo della vita è più basso”. Questo fa sì che rischi di essere un “disincentivo al lavoro” o di creare “dipendenza dal welfare”. Lo afferma il Fondo Monetario Internazionale, sottolineando che anche se i benefit previsti hanno nel mirino i più poveri, il reddito penalizza le famiglie più numerose. La sua attuazione e i controlli sono “essenziali”.

Quanto a “Quota 100” per il Fmi, le regole per il pensionamento anticipato sono state “allentate notevolmente. Questo potrebbe aumentare il numero dei pensionati, ridurre la partecipazione al mercato del lavoro e la crescita potenziale, e aumentare i già elevati costi pensionistici”. L’Fmi ha anche evidenziato che il tasso di povertà in Italia “non solo è più alto della media europea ma è soprattutto fra le famiglie più giovani. I redditi reali dei dipendenti restano sotto i livelli per accesso all’euro”. (ANSA)

Tags

Articoli correlati