PoliticaPrimo Piano

Finanziamenti russi alla Lega, procura apre inchiesta. Ipotesi di “corruzione internazionale”

L'inchiesta vede coinvolto Savoini, intercettato con esponenti del Cremlino. Conte: «fiducia in Salvini»

Finanziamenti russi, la procura di Milano apre un’inchiesta sull’ultimo caso che vede coinvolta la Lega di Matteo Salvini formulando l’ipotesi di “corruzione internazionale“. L’inchiesta è affidata al procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e ai pm Gaetano Ruta e Sergio Spadaro e coinvolge Gianluca Savoini, stretto collaboratore di Salvini, intercettato con esponenti vicini a Putin.

Conte: «ho fiducia in Salvini». «La fiducia la invoco sempre: è fondamentale con i cittadini e nel governo. Salvini ha fatto dichiarazioni: ho fiducia nel ministro Salvini». Queste le parole di Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi parlando della vicenda Savoini. «So che c’è un’inchiesta, la magistratura faccia il suo corso. Sapete come la penso: ad ognuno le proprie responsabilità: saranno fatte le opportune verifiche».

Tags

Articoli correlati