Politica

Draghi, non decido più? La scuola aperta mostra il contrario

ROMA, 10 GEN – “Dicono che Draghi non decide più? Qui dimostriamo che la scuola resta aperta, è una priorità, non era il modo in cui questo tema è stato affrontato in passato”. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa. “L’esperienza di questi 11 mesi è stata l’esperienza di una maggioranza molto grande, in cui occorre accettare diversità di vedute, ma non la mediazione a tutti costi – ha aggiunto Draghi -. Ma per alcuni provvedimenti molto importanti l’unanimità è importante purché il risultato abbia senso. È chiaro che ci sono divergenze e diversità di opinioni ma non sono mai state di ostacolo all’azione di governo”. Parlando delle ultime misure contro il Covid, il premier ha osservato che “quando si introducono provvedimenti di questa portata, con l’obbligo anche sui luoghi di lavoro, occorre puntare all’unanimità. Questi sono provvedimenti di portata economica e sociale molto importanti e sono anche da considerare con molta attenzione. L’avere l’unanimità della vasta coalizione – ha spiegato – è un obiettivo che se possibile si deve raggiungere. Bisogna che la soluzione trovata abbia senso, significato”. (ANSA). M
(ANSA)

Articoli correlati