PoliticaPrimo Piano

Dl Fisco, Italia Viva contro la maggioranza su carcere agli evasori e fondazioni

Il dl fisco incassa il via libera della commissione Finanze della Camera

Una lunga maratona durata 14 ore e il dl fisco incassa il via libera della commissione Finanze della Camera: i deputati hanno votato il mandato al relatore. Il testo, in prima lettura a Montecitorio, è atteso in Aula per la discussione generale questa sera ma non si esclude che l’avvio dell’esame da parte dell’Assemblea possa slittare a domani.

C’è il via libera della commissione alle norme sul carcere agli evasori ma la maggioranza si spacca: Italia Viva ha infatti votato no. “Iv resta sempre contrario, votiamo no”, dice il deputato Mauro Del Barba. Incassano comunque l’ok gli emendamenti dei relatori e del governo al dl fisco che hanno cercato una sintesi all’interno della maggioranza: resta l’innalzamento complessivo delle pene ma sarà meno consistente per i reati minori.

Spaccatura anche sulle fondazioni. “La decisione di rinviare applicazione della spazzacorrotti per equiparare le regole di trasparenza tra partiti e fondazioni è un clamoroso errore che la commissione ha fatto nottetempo col voto favorevole di M5S, Pd e Leu e il voto contrario di Italia Viva”. Lo scrive su Twitter il deputato di Iv Luigi Marattin.. A quanto si apprende, anche i partiti di opposizione, hanno votato contro l’emendamento al dl fisco. Matteo Renzi attacca: “Di giorno sui social fanno i moralisti, di notte in commissione salvano le loro fondazioni”.

Tags

Articoli correlati