Politica

Di Battista, “bel” M5s quello che votò contro 2xmille

ROMA, 25 NOV – “Il Movimento, nel 2013, rifiutò 43 milioni di euro di finanziamento pubblico ed era un bel Movimento. Il Movimento votò contro la legge del governo Letta che istituiva il 2X1000 ai partiti sostenendo che fosse un finanziamento pubblico mascherato (sempre soldi pubblici sono) ed era un bel Movimento. Il Movimento chiedeva ai suoi portavoce di restituire il Tfr a fine mandato. Io l’ho fatto. Il Movimento sosteneva che si potesse fare politica con pochi soldi ed era un bel Movimento”. Così Alessandro Di Battista in un post in cui stigmatizza la decisione del M5s di sottoporre agli iscritti la possibilità di finanziarsi attraverso le donazioni del 2Xmille. “Il Movimento ha chiesto un mucchio di volte denari ad iscritti, attivisti e simpatizzanti e di denari ne arrivavano sempre. Decine di migliaia di piccole donazioni che ci hanno permesso di organizzare ogni tipo di evento. I soldi arrivavano perché c’era identità. Il Movimento non aveva sedi lussuose ed era un bel Movimento” attacca l’ex 5 Stelle secondo il quale “oggi il neo-movimento si avvita su se stesso. Incapace di ottenere donazioni puntando sull’identità (e ti credo, governa con Renzi, Salvini, Bonino, Berlusconi, Letta e sotto Draghi) segue la strada di tutti gli altri partiti…una strada che un tempo non avrebbe imboccato nemmeno sotto tortura”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati