Politica

Decreto sicurezza bis: via libera in consiglio dei ministri

Stretta sulle manifestazioni violente: sanzioni severe per chi agisce con caschi, bastoni o mazze

Il Decreto sicurezza bis, fortemente voluto dal leader della Lega Matteo Salvini, è stato approvato oggi in Consiglio del Ministri: lo si apprende da fonti di governo secondo cui la seduta sarebbe durata circa due ore. Durante la conferenza stampa – a cui era assente Luigi Di Maio – Salvini si è mostrato soddisfatto, dicendosi «assolutamente certo» della costituzionalità del decreto legge.
Parlando dei contenuti del decreto, Salvini ha specificato che ci sono tre filoni: immigrazione, nuove assunzioni nelle forze dell’ordine, pene per chi aggredisce gli agenti durante le manifestazioni. Il decreto sicurezza prevede sanzioni severe per chi, nelle manifestazioni, agisce con caschi, bastoni o mazze.

Tags

Articoli correlati