PoliticaPrimo Piano

Decreto fiscale: nessun condono, resta la pace fiscale

Scompare la dichiarazione integrativa, quindi sarà possibile regolarizzare solo il dichiarato

Dopo il vertice di Palazzo Chigi sul decreto fiscale Lega e M5s hanno dichiarato di aver trovato un “pieno accordo”. Non ci sarà la dichiarazione integrativa ma “restano tutte le misure della pace fiscale“.
Nel decreto fiscale entrerà il bonus bebè, la tassazione dei money transfer “fino all’1,5%”, la detassazione delle sigarette elettroniche.

Sarà presentato un emendamento per sbloccare le banche dati: la guardia di finanza potrà accedere direttamente alla banca dati dell’anagrafe dei rapporti finanziari senza dover più chiedere autorizzazioni alla magistratura. La Gdf potrà monitorare i grandi evasori in qualsiasi momento, transazione per transazione.

Tags

Articoli correlati