PoliticaPrimo Piano

Conte su migranti: “Barchini problema più grande di Ong”. Poi stoccata a Salvini

Il premier, presente alla festa dei giovani di Fratelli d'Italia, parla anche della manovra

Giuseppe Conte partecipa ad ‘Atreju’, la festa dei giovani di Fratelli d’Italia a Roma. Il premier tocca vari argomenti, incalzato dalle domande di Bruno Vespa. Sulla Lega e Matteo Salvini, Conte afferma: «Chiedete a Orban perché non ha seguito Salvini. La Lega s’è trovata isolata, anche con altre forze più a destra di Visegrad. Dai Paesi di Visegrad l’Italia raramente è stata sopportata, a partire dai migranti”. «E se oggi trovo grandi aperture – prosegue il premier -, non è dai Paesi di Visegrad. C’è modo e modo per interpretare l’interesse nazionale e il nazionalismo, quello è un modo isolazionista. Non è praticabile, perché comunque oggi siamo in un sistema integrato e ragionare come se fossimo isolati non ci porta da nessuna parte».

Sulle risorse economiche da reperire per la Manovra, Conte dice che «il vero ostacolo, e quindi il vero risultato, sarà evitare l’incremento dell’Iva». E sulla proposta del ministro dell’Istruzione Fioravanti di tassare merendine e biglietti aerei, Conte ammette che è «praticabile».

Sulla questione migranti «la linea dura è nell’interesse di tutti in Europa, quindi noi non possiamo essere il primo approdo di chiunque. Uno Stato sovrano, ancorché integrato in Ue, decide lui chi entra, come e quando». «I barchini – afferma Conte – sono un problema maggiore rispetto alla singola Ong: quest’ultima pone un problema politico perché ci sfida».

Tags

Articoli correlati