Politica

Conte, parlamentari non prendano soldi da Stati stranieri

ROMA, 22 DIC – “I parlamentari italiani sono già ben retribuiti dagli italiani e debbono perorare esclusivamente l’interesse nazionale. Non devono fare i consulenti o i promoter per Paesi che non siano il nostro. Sarò più chiaro: molto semplicemente i parlamentari non devono più ricevere né un euro né prestare consulenze per Stati stranieri. La funzione pubblica, come recita l’articolo 54 della Costituzione, non deve essere un trampolino di lancio per un carrierismo parallelo”. Così Giuseppe Conte, Presidente del Movimento 5Stelle, in un’intervista al settimanale TPI. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati