Politica

Cellulare alla guida, si lavora ai paletti della norma che lo vieta

Per il leghista Donina è necessario distinguere tra le attività svolte al cellulare

Non si può inibire del tutto l’uso del cellulare alla guida, quello che deve passare è il messaggio: non ci si può distrarre, ma è diverso se, per esempio si controlla lo smartphone per verificare la direzione che si sta prendendo, il percorso, o per consultare i social network”.
Lo afferma il relatore per la Lega, Giuseppe Donina: la riforma del codice della strada è all’esame della commissione Trasporti alla Camera. L’esecutivo è al lavoro per fissare dei paletti alla norma che vieta l’uso del cellulare alla guida.
Negativo il parere del Codacons: “se uno distoglie lo sguardo dalla strada aumenta il rischio di incidenti, indipendentemente dal motivo per cui lo fa” spiega Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Non per niente i navigatori forniscono le indicazioni stradali a voce. Se uno ha dei dubbi, deve accostare, fermarsi e controllare il percorso” aggiunge Dona.

Tags

Articoli correlati