PoliticaPrimo Piano

Caso Siri, premier Conte: “Sulle dimissioni deciderò nei prossimi giorni”

Il presidente del consiglio assicura che il governo "vivrà, non sopravviverà". Poi la stoccata a Salvini: "Ne ha di tempo per fare il premier"

Il caso del sottosegretario leghista Armando Siri, indagato per corruzione, le tensioni tra Lega e M5s e la crisi in Libia. Questi i temi affrontati dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ai microfoni del “Corriere della Sera”.  Sulle dimissioni di Siri, il premier afferma: “Completerò presto la valutazione e la decisione verrà adottata nei prossimi giorni. Una decisione sarà presa dopo avergli parlato, per avere altri elementi di valutazione nel rispetto dei diritti dell’interessato, che come prima cosa ha il diritto ma anche il dovere di conferire con il suo Presidente”.

Sui continui screzi tra le due forze di governo, il premier sostiene che “era prevedibile, con le Europee alle porte, che fossero più evidenti le differenze tra le sue componenti. D’altronde, non ho mai preso in giro il Paese parlando di un esecutivo fondato sull’assoluta armonia tra forze omogenee e politicamente affini”.

Nessun dubbio, però, sulla tenuta del governo: “Vivrà, non sopravviverà. Se dovesse solo vivacchiare, dovremmo tutti trarne le necessarie conseguenze, io per primo”. Non manca però una stoccata a Salvini e alla sua ambizione di diventare premier: “Salvini ha una vita davanti a sé per fare il premier, se e quando si creeranno le condizioni. Non in questa legislatura”.

Sulla situazione economica dell’Italia, Conte assicura che “ci sono segnali di ripresa, segnalati perfino da Bankitalia. Stiamo pubblicando il decreto sblocca cantieri. E martedì approveremo quello per la crescita”. Per quanto riguarda l’aumento dell’Iva “adotteremo tutte le precauzioni per evitarlo”.

Per finire, la crisi in Libia e l’intervento di Donald Trump: “L’ho invitato per aiutarmi a perseguire una soluzione politica. L’opzione militare, appoggiata anche da esponenti della comunità internazionale, ha fallito”.

Tags

Articoli correlati